Orvieto                

   

Bassorilievi Duomo di Orvieto


Le 4 guglie del Duomo hanno alla base quattro grandi bassorilievi in marmo, ognuno dei quali rappresenta immagini e storie di carattere religioso, in particolare:

il primo bassorilievo rappresenta storie del Vecchio Testamento con immagini rappresentanti la Storia della Genesi. Si tratta di scene che ripercorrono i giorni della creazione (creazione degli animali e delle piante) e della nascita di Adamo ed Eva. Altre scene in questo pilastro raffigurano l'Eden, l'atto del peccato originale, la condanna divina e la simbolica presentazione di Caino che uccide Abele.

Nel secondo bassorilievo abbiamo l'Albero di Jesse, con la genealogia della stirpe di Gesù e profezie messianiche. Sono raffigurate scene con Abramo, Re David, Salomone e la Crocifissione.

Nel terzo bassorilievo vi sono rappresentate storie evangeliche narrate nel Nuovo Testamento, con scene della vità di Cristo come la natività e l'annunciazione. Altre scene in particolare sono la strage degli innocenti, il bacio di Giuda, la flagellazione di Cristo e Maria al sacro sepolcro.

Nel quarto bassorilievo viene rappresentato un tema ricorrente nelle arti raffigurative delle opere della cattedrale: il Giudizio Universale. Immagini di dannati ed eletti, la resurrezione dei morti. Lo stesso tema viene rappresentato magnificamente anche nella pittura con gli affreschi del Signorelli nella Cappella di San Brizio con scene apocalittiche e la resurrezione della carne.